Pomodori e cipolle alla pasta.

E il mio turno a fare da mangiare, ci sto prendendo gusto. Gli ingredienti che ho a disposizione sono pomodori e cipolle.
Ma questi ortaggi non provengono dalla Spagna e non provengono nemmeno da Israele.

Le cipolle sono quelle di Castelleone di Suasa.

I pomodori provengonio dalle terre di Arcevia.

Potrei fare una pasta al pomoodoro, ma il soggetto qui non è la pasta, sono questi pomodori tutti diversi, sono queste cipolle tonde come le bocce con cui si gioca in spiaggia.

E allora il piatto cambia.

Prendo una cipolla a persona e le riduco in piccoli archi spessi con un coltello che avrà usato qualcuno durante la seconda guerra mondiale. Finiscono in padalla, dove sono attese da un guazzo d’olio che ha appena raggiunto una temperatura calda, ma non da frittura.

Nel frattempo, pelo i pomodori, tre a testa, come fossero patate avendo cura di lasciare meno polpa possibile attaccata alla buccia.

I pomodori vengono ridotti a dischetti spessi come un tappo Bormioli ma decisamente più piccoli di diametro..

Intanto le cipolle hanno appena raggiunto la giusta trasparenza. Ora possono essere raggiunte dai pomodori e da un pizzico di sale.

Nell’acqua bollente e salata che attende la pasta, ci metto meno di 50 grammi a testa di penne rigate, ci staranno per undici minuti.

Lo stesso tempo che pomodori e cipolle finiranno di cuocere nella padella.

Alla fine unisco la poca pasta a questo florilegio di cipolle e pomodori.

Il rapporto pasta, ortaggi è decisamente a favore di questi ultimi.

Proposta nei piatti, predomina ancora il rosa delle cipolle e il rosso dei pomodori, con qualche chiazza di pasta qua e là.

Una spolverata di formaggio Grana, senza mescolare, ed il piatto è servito.

Io l’ho trovato delizioso.

Voi…. fatemi sapere.

CEX.IO commodity exchange: scambiare gigahash per bitcoin.

Per comprare e vendere gigahash per bitcoin e altro.

Questo è il mio primo articolo sulle piattaforme di trading dedicate alle criptovalute o cryptocurrency.
Ma cos’è una piattaforma di trading per cryptovalute?
Una piattaforma di trading o trading platform, ti permette di scambiare i tuoi bitcoin con altre criptovalute o valute fiat.
In particolare, cex.io ti permette di scambiare bitcoin (BTC) con gigahash (GHS), namecoin (nmc) e recentemente anche con litecoin (LTC).

Continue reading

Un altro bitcoin wallet o portafoglio per bitcoin: Kryptokit.

Kryptokit un pratico bitcoin wallet nel tuo browser.

kryptokit_001Aggiunto di recente alla categoria dei portafogli per bitcoin o bitcoin wallet,  Kryptokit si distingue per la sua semplicità e sicurezza.
Attualmente è disponibile solo come estensione per Chrome, m ci auguriamo che a breve sia disponibile anche la versione per Firefox.
Inoltre, funziona solo per la versione di Chrome per pc con sistemi operativi Linux, Windows, MAC o Chrome OS.

Continue reading

My Wallet: un ottimo bitcoin wallet.

Sii la banca di te stesso.

Blockchain, il sito da dove è possibile consultare l’intera catena dei blocchi con le transazioni di bitcoin, ha da poco rilasciato un ingegnoso portafoglio (bitcoin wallet o e-wallet)  per gestire i vostri bitcoin.
Per ora funziona solo per Chrome e non per firefox. E’ stato rilasciato sottoforma di estensione e permette la gestione del proprio portafoglio all’interno di una finestra del browser.blockchain_002
Continue reading

Linux fedora 19 e la password di root smarrita.

Recentemente ho installato linux fedora 19 su un nuovo notebook.
Dopo la prima installazione, non riuscivo ad entrare con l’utente di root.
Possibile che mi sia dimenticato la password in così breve tempo?
Invece di resettare la password, ho reinstallato il tutto.
Il problema si ripresenta!
Cerco su internet una soluzione, ma nulla fa al caso mio.
Fino a quando ho capito l’arcano:
Durante l’installazione la tastiera era in modalità inglese.
Passandola all’italiano, i caratteri speciali usati nella password erano ovviamente diversi!
Ho rimesso la mia password con la tastiera in inglese.
L’ho cambiata con la tastiera in italiano.
Adesso funziona tutto.

Two-factor authentication i tuoi bitcoin ancora più protetti

Il fenomeno dei virus per computer è sempre stato preso sotto gamba, soprattutto dagli utenti casalinghi.
Qualche volta si sente parlare di furti di dati e di denaro. E qualcuno se ne accorge solo dopo mesi.

Ultimamente, testando varie piattaforme di trading e digital wallet legati al mondo delle criptovalute, ho notato che molte di queste offrono una doppia protezione basata sulla autenticazione a 2 fattori (two-factor authentication).

Indipendentemente da quale email avete usato per i vostri account, è necessario avere anche un account google per attivarla.

Come procedere:
Prima di tutto dovete scaricare l’applicazione per il vostro smartphone Android o iOS.
Nel caso di Android, l’applicazione vi chiederà di installare anche un QR Code reader.
Successivamente, bisogna creare una chiave nell’applicazione web.
Scansire il QR code  tramite Google Authenticator.
E per concludere, inserire nella pagina dell’applicazione il codice fornito da Google Authenticator.

A questo punto i vostri accoun avranno una doppia protezione:

  • La vostra password.
  • La chiave che vi fornisce Google Authenticator sul vostro smartphone.

Attenzione a non perdere il vostro smartphone, e in ogni caso fate un bel backup da conservare in luogo sicuro.
Potete provare a proteggere il vostro account e i vostri bitcoin sulla piattaforma btc-e.